Planet Car - Usai Muravera
 
  • Home Page

  • Chi Siamo

  • Organigramma

  • Dove Siamo

  • Auto Nuove

  • Auto Usate

  • Assistenza

  • Servizi

  • Promozioni

  • Planet Car e lo Sport

  • Contatti

  • Toyota
     Novità
    Baby JEEP???
    Dal 2012. "Fiat conferma l'intenzione d'installare nello stabilimento di Mirafiori la versione più aggiornata di una delle tre principali architetture". "L'installazione degli impianti produttivi inizierà nel 2012 mentre l'inizio della produzione del primo modello, un Suv a marchio Jeep, è previsto per la seconda metà del 2013".

    Lancia Ypsilon
    Qual è uno dei pesi più gravosi da sopportare? Le aspettative. Ebbene, la nuova Lancia Ypsilon dovrà avere spalle robuste: su di lei, il Gruppo Fiat fa grande affidamento, dandole il compito di risollevare le sorti del marchio Lancia.

    KIA Rio
    La promessa fatta allo scorso Salone di Ginevra – una vettura compatta col "naso di tigre" che non si confonde con nessun altra – è stata mantenuta. A raccontare la storia del naso è Peter Schreyer - chief designer della Kia ma famoso soprattutto per il suo passato in Volkswagen-Audi (è il papà della TT, ma in garage ha anche una Fiat 124 Spider Pininfarina) - che dice: "…la griglia anteriore dev'essere riconoscibile fra mille e non confondersi con nessun altra. E le nostre assomigliano al naso di una tigre".

     Ricerca
    Toyota CHR


    Toyota C-HR è già storia. Non un classico forse, ma di certo un prodotto che ha tracciato un solco profondo tra sé e la concorrenza. Presentato per la prima volta nel 2016, l’Hybrid Crossover del marchio nipponico ha suscitato un’interesse insolito per un’automobile e, di conseguenza, una lunga lista di ordinazioni che tutt’ora risulta piuttosto nutrita. I motivi del successo di Toyota C-HR sono piuttosto chiari. In Giappone hanno scelto di discostarsi dallo stile razionale e semplice che contraddistingue i veicoli del marchio per fare qualcosa di diverso.

    Linee di puro design contraddistinguono quindi la vettura, testimone di un gioco di pieni e vuoti davvero magistrale: se l’automobile fosse un teatro la Toyota C-HR sarebbe l’Opera House di Sidney. Il coraggio e l’ambizione che hanno guidato questo progetto premiano la vista, ma per offrire tutto questo è stato necessario fare qualche piccola rinuncia. La visuale posteriore potrebbe essere più ampia, la spinta del motore più corposa e qualche assemblaggio meglio studiato.

    Ad ogni modo Toyota C-HR è ben lungi dall’essere solo una macchina bella. Il sistema ibrido ereditato dalla Toyota Prius, vera capostipite del genere -come d’altronde suggerisce il nome- permette alla Coupé-High Rider di viaggiare in città consumando un litro di verde ogni 26Km percorsi. Roba da scooter, senza considerare che per raggiungere questi risultati non è necessario essere maghi dal piede leggero.

     Guarda lo spot
     La gamma delle auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto
    Gamma Auto

    © 2008 PlanetCar - Usai - Muravera - P.Iva: 02558370926